info@fabricaharmonica.it
Tel: +39 393 9145351 - +39 06 97271671 - +39 347 9171537 - +39 328 3328689

Sedi concertistiche prestigiose

Tutte le attività didattiche del Summer College si svolgono a Trevi (PG), mentre alcune delle attività concertistiche a beneficio degli studenti possono essere dislocate nelle città di Spello (PG) e Acquasparta (TR).

TREVI è uno dei comuni più vivaci dell’Umbria dal punto di vista dei modelli di sviluppo compatibili con le tradizioni e la cultura del luogo. È un autentico “museo diffuso” per le mille espressioni d’arte, di natura e di paesaggio che si trovano in ogni parte della città. La città è inserita tra i Borghi più belli d’Italia. Le attività didattiche e concertistiche per gli studenti ospiti saranno tenute nella splendida seicentesca Villa Fabri, nel Complesso monumentale di San Francesco, presso il Teatro Comunale Clitunno e Palazzo Lucarini.

Villa Fabri, fiore all’occhiello del Comune di Trevi, è sede principale del Summer College e del Festival Federico Cesi. Completamente incorniciata dal tipico paesaggio umbro degli ulivi, dominante lungo i dolci declivi tra Assisi e Spoleto, la cinquecentesca Villa Fabri è ubicata a metà collina, appena fuori la Porta del Lago, a Trevi. Fu Girolamo Fabri a ordinarne la costruzione alla fine del Cinquecento, “per sollievo della sua vecchiaia, a gioia dei posteri e del paese, con ampia vista sulla amena valle spoletana, in vicinanza della Città di Trevi, circondata da ogni parte da grandi alberi e ridente giardino“; fu inaugurata nel 1603, come si legge nella lapide commemorativa: “solatium senectutis Hieronimis Fabri, posteritatis et patriae. anno salutis 1603”. Le attività didattiche e concertistiche si svolgono negli splendidi saloni affrescati del piano nobile della Villa  tra cui la Sala Salomone , la Sala della Religione, la Sala del Profeta Daniele, la Sala delle Quattro Sante e la Sala degli Eremiti . Al piano terra, affacciato sul giardino e ninfeo della Villa, sono a disposizione i grandi spazi dell’atrio  con i suoi ambienti limitrofi e la straordinaria Cappella dei Boemi, i cui decori costituiscono in Italia, dopo la Cripta di Montecassino, il secondo lavoro più importante della scuola di Beuron. Tra i grandi spazi aperti attorno alla Villa, spicca il Ninfeo con palco in pietra con decori , luogo ideale per suggestivi spettacoli all’aperto . Sono infine a disposizione molte aule al secondo piano per lezioni e studio, con fantastica veduta sulla vallata.

Il Complesso monumentale di San Francesco (XIII secolo) comprende la Chiesa di San Francesco, ampliata nella prima metà del XIV secolo. In epoca comunale al suo interno veniva convocata l’assemblea del popolo di circa 600, 700 persone alla volta che davano il loro parere su questioni di interesse pubblico attraverso l’alzata di mano. Fu nel corso del XVI secolo restaurata e nel 1777 venne rifatto il pavimento in cotto. Attualmente è adibita ad Auditorium per eventi di carattere musicale e culturale e dispone di un organo cinquecentesco in perfetto stato. Il nucleo più antico delle canne d’organo risale alla prima costruzione del 1509, come risulta dal contratto, edito da tempo, che ha contribuito alla fama di questo strumento ed è “il complesso di canne più antico esistente in Umbria ed uno dei più antichi in senso assoluto”. Oltre alla Chiesa, è a disposizione del Festival lo splendido Chiostro dall’acustica perfetta, con nicchie affrescate, luogo ideale per concerti da camera all’aperto.

Il Teatro Clitunno, costruito nel 1875 ed inaugurato nel 1877 con la rappresentazione di un’opera lirica, per un secolo è stato il centro delle attività culturali, sociali e ricreative. Utilizzato come cinema a partire dagli anni 60, è stato completamente restaurato e riabilitato nel 1993.

Palazzo Lucarini, situato di fronte al duomo di Sant’Emiliano, prende il nome da un’antica famiglia, documentata nella zona fin dalla prima metà del XV secolo. È oggi sede del Centro per l’Arte Contemporanea e utilizzato dal Festival per Workshop, Mostre e Concerti .

Ad Acquasparta, sede dove il Festival Cesi ed il Summer College sono nati, sono a disposizione i più importanti spazi cittadini per i concerti degli studenti del Summer College. Fra questi le sale storiche affrescate di Palazzo Cesi, l’Auditorium Matteo d’Acquasparta, la Basilica di Santa Cecilia. 

A Spello, uno dei più affascinanti e intatti borghi dell’Umbria, oltre ad importanti spazi concertistici per le produzioni del Festival, sono a disposizione alcuni luoghi per la realizzazione di concerti del ciclo FH Giovani a beneficio degli studenti selezionati. Fra questi vi sono gli spazi suggestivi della Villa dei Mosaici, ricostruita sui resti di una importante Villa Romana di età Augustea; la Chiesa di Sant’Andrea con importanti pale del Perugino; la Chiesa di San Severino; il Chiostro di San Girolamo; le Torri di Properzio.

X